L'informazione locale a portata di click

L'informazione locale a portata di click

Di Gesaro Angelo Guzzio Antonino Meli Giovanni
Battista
Rotondi Rosario
Sapienza Giuseppe Vitale Bartolomeo
Collesano nel cuore Obiettivo Comune
Noi l'alternativa
per Collesano 
Rotondi per
Collesano
Democratici X
Collesano
Collesano porta
del Parco
05
Jun
Gli audio dei comizi di chiusura campagna elettorale
News Elezioni 2010
Scritto da Collesano.org   
Hits

 

Mettiamo a disposizione dei lettori i file audio dei comizi di chiusura della campagna elettorale di Venerdì 4 Giugno e Sabato 5 Giugno. I file sono forniti dai rispettivi gruppi politici.

 

Buon ascolto...

 

Il gruppo "Noi l'alternativa per Collesano - Meli Sindaco" mette a disposizione dei lettori il file audio del comizio di ringraziamento del 4 Giugno 2010.

 


Il gruppo "Collesano Nel Cuore - Di Gesaro Sindaco" mette a disposizione dei lettori il file audio del comizio di ringraziamento del 5 Giugno 2010.

 



Il gruppo "Democratici per Collesano - Sapienza Sindaco" mette a disposizione dei lettori il file audio del comizio di ringraziamento del 5 Giugno 2010.

 

 
Articoli Correlati :

» Amministrative 2018. Affluenza alle urne. Ore 23.00

Aperti alle 7,00 i seggi elettorali per le elezioni amministrative nel Comune di Collesano.Si vota solo oggi domenica 10 giugno dalle ore 07,00 alle ore 23,00.3.999 gli aventi diritto al voto a Collesano, inclusi i cittadini iscritti...

» VIDEO 08.06.18. COMIZIO DI CHIUSURA "Una Democrazia Partecipata- Domenico Mastrolembo Ventura Sindaco" dalle 21.45 alle 22.45

» Video 07.06.18. Comizio della lista "Un'altra storia per Collesano - IANNELLO Sindaco"

Pubblichiamo il video del comizio della lista "Un'altra storia per Collesano-Iannello Sindaco" che si è svolto giovedi 7 giugno in Piazza Quattro Cannoli alle ore 21.00. 

» Video 07.06.18. Comizio della lista "Prima di tutto Collesano-Meli Sindaco"

Pubblichiamo il video del comizio della lista "Prima di tutto Collesano- Meli Sindaco" che si è svolto giovedì 7 giugno 2018 alle ore 19.30 in Piazza Quattro Cannoli. 

» Video 06.06.18. Comizio della lista "Una Democrazia Partecipata- Domenico Mastrolembo Ventura Sindaco"

Pubblichiamo il video del comizio della lista "Una Democrazia Partecipata - Domenico Mastrolembo Ventura Sindaco" che si è svolto mercoledì 6 giugno 2018 alle ore 21.00 in Piazza Mazzini. 

Commenti 

 
-21 #1 Annibale 2010-06-07 00:57
Viva il Signor Sindaco che lascia la fascia al Signor Panzarella non ancora insediato, quindi persona comune, e va in vacanza in Austria...almeno alla prima occasione poteva deliziarci con la sua presenza. Piccolezze..ma come disse qualcuno il buongiorno si vede dal mattino.
 
 
-29 #2 Garibaldi 2010-06-07 15:15
bravo Annibale! hai detto bene..... ma il sindaco dov'era??????????????????? è andato vero in vacanza? non ci posso credere............una grande mancanza da parte sua...
 
 
-32 #3 Annibale 2010-06-07 15:51
Gè ti rissi ca è in Austria al moto raduno...e appena torna c'è partenza pa Svizzera!!!Non è per la sfilata alla processione, ma in questo momento credo che i viaggetti si potrebbero risparmiare...
 
 
-19 #4 antonio campanella 2010-06-07 21:26
Non ho capito Sapienza.Si candida per vincere, arruolando i quattro candidati di PERI e adesso dice che non partecipava per vincere ma per educare i giovani ed i collesanesi alla politica.Ma allora perche per 100 voti ha inquinato la lIsta e non si è candidato col simbolo del PD?
 
 
+23 #5 angelo gargano 2010-06-07 22:42
Caro campanella, non è mio costume rispondere a chi scrive sotto mentite spoglie ma fondamentalment e questa volta non posso accettare che passi un messaggio senza alcun contraddittorio , anche perchè la campagna elettorale è finita e trovo inopportuno fare dietrologia, tantopiù anonimamente. Mi dispiace che tu non abbia seguito i documenti ufficiali prodotti dal PD, oggi avresti la risposta alla tua domanda. Ti rimando ad una lettera aperta pubblicata anche su questo sito dove viene chiaramente spiegato il percorso che si intendeva fare, a quel tempo ancora non si parlava nemmeno della candidatura di Sapienza. (Centro Sinistra aperto ad indipendenti_qu indi non solo PD) http://www.collesano.org/politica/lettera-alla-cittadinzanza-dal-centro-sinistra-per-collesano.html
 
 
-18 #6 maria 2010-06-07 23:41
angelo il signor campanella è risorto! che sorpresa, e scrivi bene altrimenti ti critica anche su questo...mi raccomando!!!

p.s signor campanella mica era uno dei candidati? no perchè è scomparso durante le campagne elettorali... ci sveli l'identità ci è mancato con le sue critiche...
 
 
-18 #7 antonio campanella 2010-06-08 06:44
Caro Angelo, indipendenti di area centro-sinistra sicuramente,com e Giovanna Cirrito, ma Domenico Peri,tra l'altro il più votato della tua lista, dice espressamente di essere uno dell'area Fini, cioè di destra.Secondo me i tuoi intenti sono stati , strada facendo, "leggermente" cambiati , sentendosi qualcuno corroborato da un crescente consenso che, purtroppo, era solo a parole.
Ricordati che i voti presi dalla tua lista , esclusi 100 di Peri, sono stati di gran lunga inferiori a quelli conquistati da Sapienza alle primarie!
 
 
+22 #8 angelo gargano 2010-06-08 10:04
"indipendenti di area centro sinistra" non significa nulla, o meglio significa di centro sinistra, noi miravamo invece a dare una chiara identità politica alla lista accogliendo anche persone di altre aree che però entrassero come indipendenti e ne accettassero le linee ed i contenuti. Ti assicuro che la possibilità di fare le alleanze per vincere le abbiamo avute ma avremmo snaturato il progetto proposto già da gennaio.
 
 
-17 #9 antonio campanella 2010-06-08 11:22
Mi vuoi dire che l'alleanza con Peri, ex-vicesindaco,esp onente in paese del PDL , area Caputo,neanche area filo-PD, con il nipote ed altri fedelissimi in lista sia stata fatta perchè avevate "le stesse linee e contenuti"?
No' caro Angelo, non è così!La lista era fatta per vincere perchè voi tutti ci credevate tanto e quella simpatia che facevate voi giovani, in particolare tu e Nino, è stata scambiata per consenso.
Le allenze per vincere le avete erroneamente rifiutate in quanto presupponevano che il sindaco non fosse quello espresso da voi.Ma dimmi , Angelo, il vostro progetto non sarebbe stato più incisivo se invece di stare completamente fuori foste entrati al Comune, anche con due consiglieri ed un assessore o Presidente del Consiglio o assessore-vicendaco?
Pensaci......
Antonio
 
 
-11 #10 Daniele Carlino 2010-06-08 12:26
In Austria.....secondo me tu vorresti andarci ma no puoi perchè, per TUA infirmazione, caro Annibale (un nome una garanzia) Il Sindaco è in Sardegna.....IN VACANZA!!!!!!
 
 
-23 #11 Maria Concetta 2010-06-08 13:46
E dai, fallo sfogare un pò il povero Annibale!!!!!
 
 
-4 #12 alessandro 2010-06-08 14:45
E no! caro Campanella, sono d’accordo sull’analisi, la tua conclusione è una forzatura.
non si può addossare tutta la colpa della mancata alleanza ad Angelo e al pd.
Per fare un matrimonio bisogna essere in due, e mi risulta che l’atteggiamento dell’altra metà non era disponibile neanche al fidanzamento.
Le colpe non stanno solo da una parte!
Nel complesso possiamo solo dire che la strategia della sinistra, nel suo complesso è stata completamente sbagliata, come spesso accade, ma non per colpa dei molti, ma bensì per colpa di pochi addetti ai lavori.
ha ragione APE quando dice .
Se mettiamo da parte l’interesse, la cosa sarebbe gravissima e non ci voglio neanche pensare, si può affermare con certezza che l’ambizione di pochi ha prevalso sulla possibilità di giocarsi la partita ad armi pari.
anzi oggi possiamo dire che si è giocato con la certezza della vittoria, anche senza i 100 voti della destra e neanche quelli della lista Rotondi.
Ma la sinistra non è nuova a questi suicidi, per un fatto di cultura è capace di suicidarsi ogni volta che se ne presenta l'occasione
cordialità
 
 
+32 #13 angelo gargano 2010-06-08 15:29
Caro Sig. Campanella,
si risponde ancora per evitare “disguidi” di contenuto. Auspichiamo, intanto, che dalla prossima volta voglia renderci nota la Sua identità, visto che parlare con chi mantiene una maschera davanti non è mai edificante.
Detto questo, ci siamo messi in gioco come non altri. L’abbiamo fatto credendo di poter dire la nostra. Se poi si fosse giunti ad un risultato utile, questo è altro discorso.
La convinzione è sempre quella che è giusto che ci sia per sostenersi e sostenere un progetto nel corso di una competizione.
Non aspiriamo, Le assicuriamo, a voler fare simpatia/tenerezza: abbiamo solo registrato consensi, sempre più crescenti di comizio in comizio. Sarà minore lucidità quando si è coinvolti personalmente, ma gli attestati di stima ed i consensi crescenti possono far presumere che a giochi aperti, forse, a qualcosa di positivo possa legittimamente pensarsi. Racconta una madornale falsità quando precisa che le alleanze le abbiamo rifiutate in quanto presupponevano che il sindaco non fosse quello espresso da noi.
Il sig. Pino Sapienza, in due ipotesi di alleanza, era pronto a fare un passo indietro: troppi e tanti i testimoni di questi contatti da rendere la Sua affermazione ancor più intollerabile.
Si trattava di due contatti, in momenti diversi, che vedevano, in entrambi i casi, espressione di quei due gruppi precisare e ribadire che la nostra e la loro compagine dovessero essere due realtà, due gruppi con pari dignità e che con pari dignità dovessero trovare un punto di contatto.
Salvo poi a ritrovarci, su un piano meramente pratico di composizione della lista, quale semplice “aggregato” di quell’altro gruppo, in barba alla tanto decantata “pari dignità”. (...)
 
 
+31 #14 angelo gargano 2010-06-08 15:31
(...) Responsabilment e, Le assicuriamo, si pensava e si ragionava, all’interno del nostro gruppo (sebbene con molte resistenze guardando al fatto che c’era stata la tappa delle primarie che, almeno per ipotesi teorica, prevede che il candidato uscito vincente sia il candidato a sindaco per quel gruppo), anche ad un possibile passo indietro per quella sintesi tanto auspicata, di cui tutti parlavano, ma di cui nessuno, seriamente, nella qualità di “prima donna”, voleva farsi carico.
Ma in un incontro tra due gruppi non si può pretendere che a togliere sia solo uno e ad aggiungere solo l’altro.
Quanto all’ipotesi di andare da soli, di fatto, tolti i due candidati (due e non quattro) legati al sig. Giuseppe Peri, ciò è stato realizzato.
Più che puntare il dito su alcuni aspetti del nostro operato (diciamo ciò senza per questo voler suscitare impressione di supponenza o presunzione: se così fosse, con estrema sincerità, ribadendo che non è così, ce ne scusiamo), provi (e proviamo insieme) a ragionare sul perché tutti quelli che dichiarano appartenere alla sinistra, hanno scelto altri lidi, altre ipotesi, altri candidati ben lontani da quest’area. Quelle lontananze lì, piuttosto, credo e crediamo debbano seriamente essere analizzate e non ci si dica che le responsabilità stiano solo (e sempre) tutte da una sola parte.
Sono lontananze che pesano, che, in piena autocritica e autocoscienza, dovrebbero far riflettere.
Qui il gioco diventa quasi farsesco: se ci metti la faccia, non va mai bene; se non ce la metti, non va lo stesso bene. Ci abbiamo provato. Ma pensi a quanti, di sinistra, stanno sempre dietro l’angolo, nascosti ben bene (e poi si scopre pure che nel momento del sostegno dirottano il loro voto su tutt’altra compagine) ma sempre e solo pronti a criticare. (...)
 
 
+32 #15 angelo gargano 2010-06-08 15:31
(...) Non ci stiamo. Perché è facile starsene in disparte e criticare fortemente l’operato altrui. Si deve stare all’interno del gruppo per scontrarsi ed incontrarsi, per dire ciò che si pensa, certo non sempre in linea con ciò che possono pensare gli altri, ma alla fine (qui sta il perno della responsabilità politica di un gruppo) è ancora lì dentro che va trovata, tutti insieme, la quadratura del cerchio.
Occorre che seriamente si rifletta sull’uso del “noi”, “voi”, “gli altri del gruppo Sapienza”, ecc.
Perché l’amara constatazione è che si sia parte del gruppo (“noi”) in determinate occasioni; ci si allontani in altre, con una disinvoltura (che, intanto, significa appoggiare altre liste, altri candidati, altri progetti) che lascia sablorditi e perplessi.
“Noi” vuol dire esserci in ogni momento, positivo o negativo che sia.
Questo intervento speriamo possa essere principio di comune riflessione.
Ribadiamo la nostra contrarietà a confrontarci con quanti celano la loro identità. Speriamo, sig. Campanella, che ciò possa non essere più così.
In completa serenità, grazie per il Suo spunto critico.
Cordialmente e per il gruppo “Democratici per Collesano” e per il circolo Pd
Antonino Cicero, Angelo Gargano
 
 
-13 #16 alessandro 2010-06-08 15:56
non capisco come mai sia saltato il virgolettato:
scusate ma ho bisogno di integrare altrimenti non si capisce il senso del discorso.

ha ragione APE quando dice .....Sono stato sempre convinto che chi scende in politica lo fa o per interesse o per ambizione......
 
 
-1 #17 antonio campanella 2010-06-09 06:58
Annibale non ne azzecchi una , come direbbe un altro politico italiano!Panzar ella è stato ufficialmente designato e , pertanto, era legittimamente autorizzato a presenziare alla cerimonia sacra del "Corpus domini".
Per quanto riguarda le vacanze del Sindaco, che io non ho votato, mi sembra giusto un pò di riposo .Non so se hai notato che già l'acqua ai due cannoli è ritornata di pomeriggio, che alcune carcasse di auto a S.Calogero sono state rimosse, etc. Certo è "scrusciu di scupa nova" ma se il buon giorno......sarà una bella giornata.Ah dimenticavo, vendono ancora il Cynar, fatti una bella scorta!!
 
 
-50 #18 Giuseppe Ficcaglia 2010-06-10 00:33
dice Gargano:"provi (e proviamo insieme) a ragionare sul perché tutti quelli che dichiarano appartenere alla sinistra, hanno scelto altri lidi, altre ipotesi, altri candidati ben lontani da quest’area. Quelle lontananze lì, piuttosto, credo e crediamo debbano seriamente essere analizzate e non ci si dica che le responsabilità stiano solo (e sempre) tutte da una sola parte" e ancora "Perché l’amara constatazione è che si sia parte del gruppo (“noi”) in determinate occasioni; ci si allontani in altre, con una disinvoltura (che, intanto, significa appoggiare altre liste, altri candidati, altri progetti) che lascia sablorditi e perplessi"
Due riflessioni che lasciano l'amaro in bocca e che al di la delle semplici dichiarazioni di pirncipio lasciano un profondo amaro in bocca perchè denotano la supponenza che la ragione stia da una parte sola e che chi si sia allontanato lo abbia fatto per chissà quali ragioni!Quanto di più sbagliato!Sopra ttutto se nella massima trasparenza le ragioni di un allontanamento sono state più volte illustrate a diversi degli attori in campo
Verrebbe da dire: la presunzione togliattiana che l'ottimo e la ragione stanno solo da una parte!
 
 
-54 #19 Giuseppe Ficcaglia 2010-06-10 00:47
Ma la situazione è ben più seria se si considera che certe considerazioni sono fatte su questo blog dall'attuale coordinatore del PD di Collesano che dovrebbe sentire il semplice e sacrosanto dovere di avviare questa riflessione all'interno del partito senza puntare il dito su nessuno e sulle ragioni di nessuno!
Consapevoli del fatto che
- il desiderio del bene di questo partito - così come la ragione nell'ultima situazione elettorale - non è monopolio di nessuno;
- simili considerazioni non aiutano a ritrovare - nella verità e nel senso di responsabilità - l'unità necessaria per rilanciare il partito;
- chi non ha condiviso il percorso fatto da Gargano, Cicero e Sapienza non lo ha fatto a cuor leggero o chissà per quali ragioni sbalorditive o tali da generare perplessità;
- le ragioni che stanno davanti e dietro le scelte di alcuni iscritti sono state rese pubbliche (quindi nulla di misterioso!!!) sia con alcuni iscritti al PD che con alcuni simpatizzanti;
- che il risultato vorrà pur dire qualcosa

Detto ciò si dichiara la disponibilità ad un confronto chiaro, leale e responsabile

Giuseppe Ficcaglia
 
 
-37 #20 roberto 2010-06-10 11:13
sono daccordo con ficcaglia i risultati parlano chiaro! c'è poco da riflettere!!
 
 
-43 #21 Giuseppe Ficcaglia 2010-06-10 11:55
Mi dispiace signor Roberto dissentire da lei!Ritengo ci sia molto da riflettere per evitare che una realtà politica interessante per Collesano come il PD (considerato nella sua complessità) possa ripetere che stessi errori!Ovviamen te tenendo conto di certi comportamenti
 
 
-25 #22 roberto 2010-06-10 12:07
le riflessioni e le prese di posizioni andavano fatte a marzo o aprile adesso non servono a nulla tranne che a dividere ulteriormente.
 
 
+24 #23 anna 2010-06-10 12:31
Non vedo il motivo per la quale il signor Gargano non possa fare certe considerazioni simili su questo blog, quando a differenza di alcuni del partito compreso lei signor Ficcaglia, ha sempre messo la faccia in tutto ciò che andava a svolgere con il partito stesso. Mi sembra una presunzione la sua che non ha appoggiato affatto la causa PD!!! Il risultato ottenuto è frutto di un gruppo che come in una squadra di calcio ha visto via via perdere i suoi giocatori nel corso del campionato, quindi una squadra indebolita nel momento cruciale del percorso!!! Prima di lasciare accuse gratuite si facci un bell'esame di coscienza per capire cosa ha fatto lei per questo gruppo OVVIAMENTE TENEDO CONTO DI CERTI COMPORTAMENTI!! !
 
 
-54 #24 Giuseppe Ficcaglia 2010-06-10 13:11
Le riflessioni non sono mai troppe e non è mai troppo tardi se si vuole ripartire!Alla sig.ra Anna dico che non mi sembra di avere mai ritirato la faccia sulle faccende di partito e di avere sempre detto la mia nelle assemblee!Non avere condiviso il percorso intrapreso e avendo speigato sia a Antonino che a Pino le ragioni non credo sia non mettere la faccia!Sarà magari un modo diverso di farlo!Le mie non sono accuse gratuite e basta rileggerle in buona fede per capirlo!i sono limitato a ritenere inopportuno che Angelo facesse quelle valutazioni sul blog prima di un incontro di partito e soprattutto con valutazioni che non aiutano il confronto tra posizioni differenti, ugualmente dignitose e rispettabili
Gli esami di coscienza non finiscono mai cosi come non ci sono limiti per fare qualcosa di utile per un gruppo di persone a cui si crede!
OVVIAMENTE TENEDO CONTO DI CERTI COMPORTAMENTI!! !
In ciò tutto aiuta tranne che aaccuse gratuite
 
 
-28 #25 alessandro 2010-06-10 13:39
Cari democratici per collesano, è bene che facciate autocritica, ce da sperare che l’avreste fatta anche senza lo stimolo del signor Campanella che ha raschiato ben bene sulla ferita.
ritengo utile tuttavia fare alcune considerazioni terra-terra, che altrimenti potrebbero perdersi in estenuanti ragionamenti filosofici non necessari e a tratti non del tutto comprensibili,.
1- il popolo (non tutto ma molti certamente si) che vota a sinistra per cultura o per tradizione o per convinzione e ideali non ha firmato una cambiale in bianco da spendere comunque ed in qualsiasi occasione,.
2- Il popolo di sinistra (non tutto ma molti certamente si), senz’altro intelligente, ha valutato negativamente e ritenuto inaccettabile il cambiamento di rotta che avete operato, abbandonando, ad un certo punto, la “CASA di VETRO” e gli ideali che vi avevano mossi, barattandoli, solo per convenienza elettorale e tramando insensati accordi occasionali certamente al di fuori da ogni logica razionale .
Le pareti della “CASA di VETRO” sono state velate da tende poco trasparenti.
Al di là della critica e degli errori, forse dettati da incomprensibili necessità, penso che la sinistra di collesano può avere un ruolo propositivo e determinante anche senza la rappresentanza in consiglio comunale, tanto più credibile quanto più riesce a liberarsi delle incrostazioni e quanto più saprà ricompattarsi con quella parte che rappresenta il centro, se ancora disponibile.
cordialmente
 
 
-25 #26 Francesco 2010-06-10 14:32
Quando si parla o si fanno delle osservazioni sulle scelte della dirigenza di questo Pd sembra che vale la frase "Chi tocca muore" perchè è bastato infatti che qualcuno (campanella, giuseppe ficcaglia e altri facessero considerazioni senza lanciare accuse come nel caso di giuseppe) che subito si sono abbattuti gli strali di qualcuno come si dice a Treviso "assittatu npizzu" e poi altri lavorano sui pollici di gradimento!
non è la prima volta che si verifica perchè se la memoria non mi tradisce la stessa cosa si è verificata dopo una assemblea del Pd fatta a s.giacomo e dove ho partecipato come libero cittadino e durante la quale giuseppe f. aveva fatto legittime osservazioni su come si stava sviluppando il discorso in quel partito in vista delle elezioni (i fatti gli hanno dato ragione) e subito dopo su di lui sia fuori che su altri mezzi di comunicazione si scatenò per 15 giorni una furia assurda come se avrebbe leso la maestà di qualcuno
 
 
-28 #27 Francesco 2010-06-10 14:34
Ripeto che oggi i fatti gli danno ragione ma non importa perchè qua si discute la capacità di un partito di discutere e confrontarsi tranquillamente e nelle sedi di partito prima!nelle sedi di un partito dove le scelte sbagliate di due persone (Pino e Rotondi) hanno causato che il partito ora è fuori di tutto e lo sarà per 5 anni!Bel guadagno!
E' vero che per fare un accordo si deve essere in due ma quando già si parte per non farlo l'accordo con proposte che lasciano il tempo che trovano che cosa si vuole?
io da libero cittadino ho sostenuto uno dei candidati a sindaco che non hanno vinto ma so che il mio candidato e anche altri hanno fatto proposte interessanti al PD!Che è stato meglio rimanere fuori da tutto?forse quelle proposte erano vergognose?non risulta
Voglio chiedere a gargano:critich i chi del pd ha sostenuto candidati non del pd e tu che hai fatto alleanza con un uomo di caputo che dici?e se accettavi qualche proposta fatta da altri che non erano pd cosa avresti detto?che andava bene perchè il partito aveva scelto?
Chiudo dicendo che.......il risultato vorrà pur dire qualcosa o si pensa che si è perso perchè alcune persone non hanno condiviso?cosi non se ne fa strada!nemmeno un centimetro
 
 
-25 #28 Rodrigo de Castiglia 2010-06-11 09:39
Ma come si poteva vincere con quella lista e quel candidato a Sindaco? Io non ho capito perchè non hanno candidato uno qualunque di loro (l'arch.Cirrito per esempio) e andare alle elezioni col simbolo del P.D.? Le primarie dicono: ma le primarie sono state sempre fasulle per il PD a Collesano.Per le regionali ha votato DI GESARO e TESTAIUTI per fare un favore a Carlino, per le comunali il Generale e tutta la famiglia TESTAIUTI per Sapienza, PROVENZANO candidato di Meli per Rotondi etc.
Il P.D. avrebbe veramente fatto una bella figura anche prendendo 250 voti: erano la base sicura dalla quale partire per la famosa "officina democratica" di cui si parla e di cui si comincia a sentire la mancanza in un paese arido, privo di qualsiasi dibattito extra-elettorale ed alle prese con sempre grandi problemi di alcool e tossicodipenden za specie tra i giovani, proprio i giovani da educare al sociale per un futuro migliore.
Grazie per l'ospitalità, Palmiro.
 
 
+6 #29 Maria Russo 2010-06-11 11:26
Gente inutile come te non avrebbe motivo di lamentarsi, parli dell'officina democratica e offendi il candidato a Sindaco che l'ha proposta per il bene del paese, sei solo un anonimo che non ha diritto neanche a parlare, figurarsi di occuparsi di sociale e dei valori.. la politica con gente come te può andare a farsi friggere, almeno Pino Sapienza si è speso sempre per il sociale e la gente umile, sarai forse uno di quelli che spesso chiedono come fare per sbrigare una pratica perchè non ne sono capaci, almeno statti zitto e cerca di non inquinare le menti sane.......................
 
 
#30 francesco 2010-06-14 15:23
cosa vi dicevo?continua il giochetto misero dei pollici di gradimento di coloro che si sentono lesi nella maestà politica e che giocano nel dare giudizi negativi a chi si esprime cn critiche nei confronti del loro operato e cosi facendo evitano di scrivere per non essere criticati e messi in difficoltà!
che miseria!!!!!!!c osi questo partito ha pochissimi vita!peggio del soviet
 
 
+8 #31 angelo gargano 2010-06-14 20:26
Caro sig. Francesco,
dispiace sentirLa parlare di miseria: non è edificante, né educato. Non sembra lo siamo stati nei confronti di alcuno, men che mai nei Suoi (i giudizi negativi, come Lei li definisce, erano espressione di un giudizio politico: opinabile, ovviamente, ma espressione pur sempre di una riflessione politica su determinati scenari, determinati movimenti, ecc.).
Il fatto che si sia deciso di non rispondere più, era stato precisato già nei commenti postati in precedenza: non è sensato rispondere e confrontarsi con persone che si ostinano a mantenere l’anonimato.
Questa è la sola ragione per la quale non abbiamo più risposto e non per paura di essere criticati e messi in difficoltà. Con l’unica persona che ha svelato la sua identità, e cioè Giuseppe, a questo punto ci si confronterà direttamente di persona. Fermo restando, come è nostro uso, che non abbiamo mai declinato il confronto, registrando in altri, spesso, proprio l’atteggiamento contrario.
Piuttosto, gentile Sig. Francesco, voglia essere presente alla prima riunione del partito. Se ci darà indicazioni sulla Sua identità, ci verrà facile poterLa contattare.
Cordialmente e per il gruppo “Democratici per Collesano” e per il circolo Pd
Antonino Cicero, Angelo Gargano
 
 
-2 #32 Francesco 2010-06-16 14:38
giodizi politici dice lei ma non lo abbiamo mai visto scrivere un giudizio sul suo operato o pensa che il risultato è nato dagli abbandoni,dagli scenari e dai movimenti sbalorditivi (come lei li chiama)?la vediamo solo dire sugli altri mentre il numero dei voti le dovrebbe far fare altre cose (lista 360 voti meno di quella di rotondi, sapienza 47 voti meno di rotondi, cicero 35 voti e gargano 30 voti) ma capisco che le viene più comodo sorvolare ma i numeri restano o pensa che è colpa di altri?
a propoisto di confronto non ci risulta che nessuno avrebbe rifiutato di confrontarsi con voi e non sono stati trattati con i guanti
si ricordi che non abitiamo da un capo all'altro del mondo

p.s.:il giochetto dei pollici continua
 








Effettua il login o registrati per inserire un commento all'articolo.
Clicca qui per procedere alla registrazione
o utilizza il modulo a sinistra per autenticarti.


Collesano.org è un idea di Gianni Loforti - Gianluca Cuccia - Giampiero Guzzio